giovedì 28 novembre 2013

"L'arte nel quotidiano" esposizione sperimentale di Gaia Lionello

 
Venerdì 6 dicembre 2013 Vi presentiamo la collaborazione tra Casa della Renna & Gaia Biologica 
per 
"L'arte nel quotidiano"

dove Arte e Bio s'intrecciano nel quotidiano della nostra spesa.
artista : Gaia Lionell

troverete l'esposizione  dal 6 dicembre 2013 al 31 gennaio 2014
dalle ore 9:30- 12:30  / 15:30 -19:30

 presso il negozio Gaia Biologica via querini 1/d mestre

lunedì 21 ottobre 2013

' I BARBARI ' di Simone Del Pizzol

 
SIMONE DEL PIZZOL
I BARBARI

Il barbaro non perde l'anima per caso, o per leggerezza, o per un errore di calcolo, o per semplice miseria intellettuale: è che sta cercando di farne a meno. (Alessandro Baricco)

Simone del Pizzol (1979) è un giovane artista che lavora con la pittura e le incisioni. Le incisioni sono le protagoniste di questa mostra personale in cui, tramite una tecnica così poco comune nelle generazioni emergenti, si crea tuttavia un'atmosfera evocativa e romantica che sarebbe stata difficilmente ottenibile in pittura. Paesaggi, mostri antropomorfi, animali e personaggi famosi evocativi come Napoleone, creano una sorta di prospettiva mitica e mistica. Le ombre delle acquatinte e delle acqueforti danno il giusto carico di mistero a opere che già solo nel titolo racchiudono inquietudine, come Paura contemporanea ed Esorcismo contemporaneo, titoli che voglio citare su tutti proprio per l'insistere di quel termine “contemporaneo” che si contrappone forte a una certa aria antica delle opere.

Questo lavoro è, infatti, una comparazione di due epoche diverse messe a confronto vivo. Il passato e il presente della storia italica, quando la parola “Barbari”, scelta dall'artista come titolo della mostra, voleva dire tutto quello che era sconosciuto, tutto quello che arrivava da fuori, il diverso. L'interrogativo di Simone del Pizziol è chiaro: si chiede quanto nei secoli questo sia cambiato e se la novità non sia ancora in fondo, sottilmente, non dichiaratamente, vista come un'invasione. Senza prendere una posizione critica, l'artista riflette su questa nostra tendenza sociale e la pensa così tanto da finire per interiorizzarla e farla parlare attraverso il suo vissuto personale. Attraverso simboli che rappresentano l'esterno, il diverso, il non comune della propria vita, parte una auto-analisi di se stesso che si compenetra con un'analisi del nostro paese e viceversa.

In questa ricerca lo affiancano testi come Baudolino di Umberto Eco e I barbari di Alessandro Baricco, che ha come sottotitolo: Saggi sulla mutazione. La tesi di quest'ultimo è la necessità di accettare una mutazione dell'uomo ormai inevitabile e che arriva sotto forma di uno smantellamento culturale, una sorta di perdita dell'anima. Le resistono uno spirito romantico che facciamo fatica a lasciare andare, un alone del tempo passato, eppure questa invasione, per certi versi mostruosa e per altri meno “dannata” di quanto sembrerebbe. L'umanità lotta tra queste tendenze, in un'ansia che, come quella delle opere di Simone del Pizzol, è a metà tra incubo e poesia, in un'atmosfera carica di tensione e incertezza.

Carolina Lio

martedì 10 settembre 2013

Tour Autunnale

La galleria ritorna in piazza con nuovo tour autunnale

21 settembre Piazza Pola Treviso
19 ottobre Piazza Pola Treviso
20 ottobre Piazza Castello Marostica (VI)
1 novembre Castelfranco
16 novembre Piazza Pola Treviso
23/24 novembre Belluno
21 dicembre Piazza Pola Treviso

lunedì 24 giugno 2013

Fugitive












Simon Perathoner

"Fugitive"
6 immagini , 90 x 60 cm, glitch (fotocamera modificata nel hardware)
2009









martedì 18 giugno 2013

Con il caldo la galleria si muove :)

La galleria si muove!!!! appuntamenti 


22/23 giugno "Estate Village San Giuliano" (Venezia) + Laboratori

29/30 giugno "Estate Village San Giuliano" (Venezia) + Laboratori

4 luglio "Contrada in...vita" Piazza Castello (Padova)


6/7 luglio "Estate Village San Giuliano" (Venezia) + Laboratori

10 luglio "Contrada in...vita" Piazza Castello (Padova)

13/14 luglio "Estate Village San Giuliano" (Venezia) + Laboratori

18 Luglio "Contrada in...vita" Piazza Castello (Padova)

www.sulgradino.webs.com/


venerdì 7 giugno 2013

ci piace



 un nuovo bilingue italiano-inglese rivista d'arte contemporanea con sede a Bologna, Italia. La rivista, progettato e realizzato da Vincenzo Estremo, Dania Rotatori e Matilde Soligno, presenta opere d'arte site-specific - progetti inediti, espressamente pensato per il formato della carta. La decisione di pubblicare la rivista Effetto Droste su carta nell'era digitale completa deriva dal suo editor fede nella specificità e la bellezza dei libri come oggetti - non in concorrenza con l'editoria digitale, ma oggetti particolari, un buon prodotto editoriale. Una rivista varie, che includerà in edizione limitata serigrafie, fogli lacrimogeni zine e da collezione, e sarà prodotto in un numero limitato di copie per valore delle opere d'arte originali, la struttura offre. 
No. pari a zero ha lanciato il 23 marzo a Fruit - mostra Self-Publishing di Bologna.




La rivista la trovate in vendita a Venezia alla "Libreria Cluva"
www.libreriacluva.com

martedì 28 maggio 2013

yugoscotch




Marko Bjelančević presentata il suo lavoro come un blog fotografico in rete .Riunisce le immagini di suoi interventi che consistono nel lasciare testi, brevi frasi scritte in formato tipografico, incollate vicino ad oggetti o strumenti comuni, in ambienti come chiese ed uffici, in spazi pubblici e non-luoghi. Un'azione virale e rapida in cui il significato dei luoghi e degli oggetti è messo in gioco dalle parole scritte dell'artista; uno spiazzamento semantico che crea un diario esploso di riflessioni personali diffuse che le immagini connettono.

lunedì 6 maggio 2013

Fabian Feichter




Fabian Feichter
pik 1986

24 x 14


Auguro un buon compleanno al mio amico Fabian a prestissimo!


Fabian Feichter è artista poliedrico ed eclettico, che sperimenta e ricorre ai più diversi registri dell'arte contemporanea nell'intento di provocare una reazione in chi osserva. Positiva o negativa che sia.
Molte opere di Feichter sono incentrate sull'evoluzione e la trasformazione delle cose, ma anche sulla poetica del contrasto dissonante tra l'uomo e la natura e tra la vita e la morte, o viceversa. Uno dei temi ricorrenti nell'opera è proprio la morte di cui "si parla sempre troppo poco, perchè la persona la teme e la nasconde, pur sapendo che prima o poi arriverà a tutti".


ART CRAFTS | Casa della Renna



Art Crafts è la soffitta della Renna, il luogo dove la Renna dà vita ad oggetti unici ed originali. Sono creazioni che fanno provare i piaceri di una volta, il gusto per gli oggetti artigianali, la bellezza di una superficie imperfetta. Sono piccole opere d'arte che possono essere indossate o possono illuminare la vostra casa.


Marcella Toscani

http://www.artecontemporaneacasadellarenna.com/01c_galleria_gaia_lionello_artcrafts.html

mercoledì 17 aprile 2013

di[scordanze] 27 aprile 2013 ore 18.30



Il progetto espositivo “Di[scordanze]”, nato dalla collaborazione fra “Maelström Art Gallery” e “Galleria d’Arte Contemporanea Casa della Renna”, vede Gaia LIONELLO, Fabio PRESTI, Valentina RUGGIERO e Vincenzo TODARO impegnati in un’attenta ed intima riflessione sulla “Dimenticanza del Sé”: la frenesia della vita quotidiana e lo smarrimento ipnotico generato dagli automatismi, inducono un lento processo di alienazione e confusione nella percezione del Sé, costantemente in bilico fra il bisogno di adeguarsi al sistema socio-culturale di appartenenza e le istanze interiori autentiche, che invitano ad un lucido confronto con se stessi, a tratti sofferto e necessariamente solitario, ma fecondo e propedeutico ad una maggior consapevolezza, individuale e collettiva.

presso la galleria Casa della Renna 
il 27 aprile 2013 ore 18.30 
al 6 maggio 2013


www.maelstromart.it
www.artecontemporaneacasadellarenna.com

sabato 13 aprile 2013

agatha-ruiz-de-la-prada


Camminare nella zona di Piazza San Marco durante il fine settimana è una cosa che generalmente preferisco evitare. Le ondate di turisti mettono in crisi la mia quotidiana serenità. Sabato scorso, non pensando al fatto che fosse effettivamente sabato, ho deciso di andare a visitare la mostra di Agatha Ruiz de la Prada al Museo Correr. Siccome si trattava di una giornata di sole dopo diverse giornata di pioggia Piazza San Marco era ancora più gremita di gente rispetto al solito. Attraversando la folla la mia voglia di dedicarmi alla visita di una mostra (esperienza che per essere ottimale deve prevedere una certa tranquillità) era nettamente diminuita. Il mio malumore è scomparso non appena varcata la soglia della sala da ballo di Palazzo Correr. I capi di Agatha Ruiz de la Prada sono stati sapientemente disposti al centro della grande stanza per proporre un interessantissimo dialogo tra contemporaneo e antico, dialogo che sembra andare piuttosto di moda di questi tempi, un dialogo che effettivamente ha il suo perché, soprattutto se pensiamo a quanti abiti bellissimi sono stati esibiti proprio in quel salone quando il palazzo era attivo della sua funzione originaria.


 



Gli abiti di Agatha sono famosi per essere spiritosi, colorati. Agatha ama osare, giocare con il proprio corpo vestendolo di freschezza e spensieratezza. Ogni capo presenta almeno una particolarità che lo rende un pezzo unico, perfetto. Insieme i vestiti, disposti nel modo curato dalla stessa stilista, vanno a formare qualcosa che assomiglia ad un mondo magico. Illuminano una stanza che è già di per sé appariscente, unica nel suo splendore. Il mio sguardo si posava da un abito all'altro continuamente senza riuscire a staccarsi da quelle creazioni. La prima cosa che ho pensato e che continuo a pensare tutt'ora è che ogni creazione può essere arte, anche un abito, e gli abiti di Agatha Ruiz de la Prada possono assolutamente essere considerati tali. 


Marcella Toscani

lunedì 25 marzo 2013

"segni indelebili" dal 29 marzo al 4 aprile 2013 a Marcon


Collettiva di giovani artisti emergenti organizzata dall' associazione Colors
alla mostra partecipano:
Gaia Lionello
Chiara Guidotto
Christine Runggaldier

venerdì 22 febbraio 2013

22 febbraio del 1987


Oggi ci svegliamo con il genio della Pop Art in testa.
Andy Warhol ci lasciava il 22 febbraio del 1987.

giovedì 21 febbraio 2013

Karenina - Il 6 marzo lo daremo in pasto alle vostre orecchie

VERSO è il nostro nuovissimo EP, la "proiezione" in musica di ciò che siamo ora. Il 6 marzo lo daremo in pasto alle vostre orecchie e il 9 marzo lo presenteremo dal vivo a Villongo all'interno di "XX:è solo una questione di geni?". Pronti per tutto questo? ;)